riunione

24live

 

 

 

Il vice presidente Fedele Genovese, la nuova responsabile marketing Anna Maria Imondi e il trusteé Pippo Maiori hanno illustrato le iniziative che la società Basket Barcellona ha rilanciato per consentire al progetto di raggiungere l’obiettivo prefissato, cioè quello di mettere le basi per garantire un futuro alla pallacanestro messinese a prescindere dalla presenza del mecenate di turno. A ribadirlo è stato il vice presidente Genovese. “Stiamo vivendo una svolta epocale per il nostro movimento, che non ha più l’uomo con le risorse economiche tali da poter coprire i costi di una stagione. Al momento con grandi sacrifici abbiamo raccolto risorse che coprono metà del budget prestabilito ad agosto, ma abbiamo bisogno che tutta la città sposi questo progetto, per dargli continuità. Non si tratta solo di versare un contributo economico nelle diverse forme previste, dall’abbonamento al trust alla sponsorizzazione, ma di riuscire a coinvolgere quante più persone possibili, capaci di mettere un piccolo mattoncino nella nuova casa del basket barcellonese”.

Le proposte illustrate della responsabile marketing Anna Maria Imondi, sono quelle degli abbonamenti a prezzi stracciati, che fino ad oggi hanno convinto solo 350 persone, ma anche le iniziative pubblicitarie che saranno predisposte durante la stagione, per coinvolgere gli imprenditori: “Con la società — afferma la Imondi – abbiamo predisposto una serie di proposte che saranno illustrate ai possibili inserzionisti, ma abbiamo pensato anche a progetti di mini-marketing che possano trovare l’interesse della gente durante tutta la stagione. Siamo tutti consapevole che occorre l’impegno di tutti, ognuno nel loro settore, per ottenere il risultato di garantire una rinascita del basket, senza perdere il grande lavoro svolto in questi anni dal presidente Immacolato Bonina”. La Imondi ha annunciato un appuntamento di due giorni, l’8 ed il 9 settembre, al Traminer per presentare le proposte pubblicitarie agli imprenditori interessati.

Per il trustee Pippo Maiori ha ricordato l’obiettivo raggiunto con il BarBasket Trust, che ha superato i 25 mila euro programmati, con 141 adesioni: “In pochi giorni abbiamo raggiunto un primo traguardo, ma non ci accontentiamo, consapevoli che attraverso gli abbonamenti ed attraverso la pubblicità possiamo raccogliere tutti insieme le risorse per costruire il futuro della pallacanestro a Barcellona. Se riusciamo in questa impresa ci siamo dentro tutti, così come se non dovessimo raggiungere questo obiettivo la responsabilità sarà ripartita tra tutte le componenti, a partire dalla città. Le risposta ad oggi sono positive e nei prossimi giorni il comitato BarBasket eleggere i 10 componenti, tra cui sarà scelto il rappresentante del Trust all’interno della società. Contemporaneamente per favorire l’investimento degli sponsor, abbiamo ottenuto la disponibilità degli istituti di credito presenti in città, per garantire forme di finanziamento a coloro che sottoscriveranno un contratto di pubblicitario con la società, per garantirci la disponibilità immediata delle risorse e la possibilità per l’inserzionista di dilazionare il pagamento”.

 
Redazione 24 Live.it